3/30/2015

POD of SHAME #2 - I Peggiori match della WCW (prima parte)


Luca Celauro, Gabriele Sciarratta e la new entry Andrea Celauro, in questa puntata del POD of SHAME parleranno dei peggiori match della WCW A.R. (Avanti Russo)

Ascoltate, commentate e diffondete il verbo del trash!
Ci trovate anche su iTunes, per iscrivervi basta cliccare sulla seguente immagine:
E ricordate, scrivete i vostri commenti sulla pagina Facebook della Hall of Shame, e di commentare su Twitter con l'hashtag #PodOfShame


3/22/2015

WARRIOR vs GOLDUST (di Nino Baldan)

Un nuovo ospite debutta sulle pagine della HALL of SHAME ed il suo nome è tutt'altro che sconosciuto: si tratta del controverso Nino Baldan, noto ai piu' come la mente dietro l'idea della Italian Championship Wrestling. Nino è anche salito sul ring con il personaggio di "Crusher", lo spocchioso, arrogante (e codardo) lottatore assetato solo di succhi di frutta (perchè gli fanno bene!), ma viene ricordato spesso nei panni del manager "Nino Baldan", il quale ha avuto tra le sue fila nomi di tutto rispetto tra cui Bulldozer, Frost, Confine e stelle internazionali del calibro di Rikishi e Billy Gunn, Black Pearl e Tonga Kid. Ci siamo conosciuti personalmente nel 2004 alla Fiera di Messina, durante una spettacolare serata a base di wrestling della Xtreme Italian Wrestling, uno show scritto interamente da lui. Me lo presentarono come "Il Vince Russo Italiano" e non è che avessero poi tutti i torti! Chissà, prima o poi finiremo a parlare del suo controverso "Gloria Rinaldi", un travestito che calcava i ring di quella federazione, ma per adesso, Nino è qui per parlarci di quella volta in cui Ultimate Warrior fumò un sigaro sul ring... E non dimenticate di visitare il suo sito ninobaldan.blogspot.com per leggere altri articoli sul wrestling, sui videogiochi e sulla cultura popolare!


Quando Ultimate Warrior fumò un sigaro sul ring
"Be a survivor, don't smoke!"


NINO BALDAN SCRIVE PER LA HALL OF SHAME
Correva l'anno 2000: il sottoscritto si mise in contatto con un ragazzo in possesso di decine di nastri della World Wrestling Federation. A quel tempo le connessioni viaggiavano prevalentemente sui 56k, Youtube non esisteva, ed elemosinare videocassette tra i frequentatori dei forum era l'unico modo di ripercorrere quegli anni di storia che, per colpa del totale buio televisivo, mi ero completamente perso.

Ricordo come fosse ieri quando all'interno di una busta gialla mi venne recapitata a casa la mia copia di Wrestlemania XII (1996). Altro che HD: la qualità audio/video era a dir poco pessima, ma potei finalmente ammirare con i miei occhi il ritorno di Ultimate Warrior che dopo quattro anni di assenza si sbarazzò in pochi attimi di Hunter Hearst Hemsley, destinato in seguito a diventare il leggendario Triple H.

Che dire? Mi venne una tale fame di notizie che chiesi al mio "pusher" se per caso fosse stato in possesso anche del pay-per-view successivo, "In Your House 7: Good Friends, Better Enemies", contenente un altro match del Guerriero, stavolta contrapposto a Goldust. Alla sua risposta affermativa, gli imposi di mandarmelo immediatamente: morivo dalla voglia di rivedere uno dei miei miti d'infanzia traslato in una dimensione completamente diversa, e stavolta in un "vero incontro".

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Se il video inserito all'interno del post non e' funzionante, vi prego di inviarmi una mail . Provvedero' immediatamente alla sostituzione del video. Grazie -